Home Social & Web Come riconoscere una notizia falsa su internet

Come riconoscere una notizia falsa su internet

6 min read
0
0
158

Molto spesso nei vari social network, mi capita di vedere “amici” che condividono notizie “fake”, con commenti epici, in cerca di notorietà e di qualche like, giovani e meno giovani tutti insieme che annunciano la nascita di creature strane, l’arrivo di alieni, la scoperta di sostanze in grado di sconfiggere in pochi minuti malattie gravi o ancora peggio la morte di qualche artista famoso.

Per prima cosa è bene ribadire che: chi pubblica notizie false lo fa “soltanto” per incrementare le visite e, di conseguenza, i guadagni pubblicitari del proprio sito, qualcun altro per il piacere di “scherzare.
I grandi colossi del web (google e facebook) hanno iniziato a contrastare tale fenomeno con appositi strumenti, ma nonostante gli sforzi molto spesso mi capita di vedere notizie false mentre navigo nella homepage dei vari social network.

Ma come si fa a riconoscere una notiza vera da una bufala?
Ecco una breve guida
1 – Controllare sempre l’indirizzo del sito internet
Come prima cosa è bene soffermarsi sull’indirzzo del sito, tra i siti che mi capita spesso vedere vi sono “il fatto quotidaino”, “la rebubblica”, “libero giornale”, “la nozione”, oppure siti seguiti dal numero 24: “italia notizie 24”, “rubrica24”. Un ricerca dell’indirizzo web su google vi permette di stabilire se si tratta di un sito attendibile o meno.

2 – Guardare le informazioni del sito
Dopo aver letto la notizia è bene dare uno sguardo agli altri articoli presenti sul sito, se anche loro hanno titoli troppo enfatizzanti (scoperta shock, documento eccezionale, etc), allora è probabile che si tratta di bufala, inoltre è bene leggere le informazioni del sito, cerca le pagine “chi siamo”, i “contatti” o la “privacy”, se non trovi queste pagine o trovi informazioni poco chiare è probabile che il sito è poco attendibile e dunque l’articolo che stai leggendo è falso.

3 – Controllare il nome dell’autore
Se l’articolo non presenta nessun riferimento all’autore è probabile che si tratti di una bufala, un giornalista di norma firma sempre i suoi pezzi. Cercando tra i precedenti articoli di quell’autore è possibile scoprire se si tratta di un giornalista valido oppure di un ciarlatano.

4 – Controllare la data e l’orario dell’articolo
Altro elemento diffuso delle notizie false è che vecchi articoli, o eventi passati, possono riapparire e portare la gente a credere che i fatti riportati siano appena accaduti. Controllare l’ora di pubblicazione è una cosa che i lettori possono fare rapidamente per non essere tratti in inganno.

5 – Controllare fonti, citazioni e link
La base di ogni buon articolo giornalistico sono le fonti, se l’articolo non presenta nessun link o nessuna fonte per le affermazioni riportate probabilmente si tratta di una notizia non vera. Se nell’articolo vi sono delle citazioni è bene controllare se queste siano veritiere, cerchiamo la citazione su google, se non troviamo informazioni a riguardo allora la citazione sarà falsa e l’articolo probabilemnte sarà una bufala. Mi è capitato di leggere frasi del tipo: “la nasa afferma che gli alieni sono sbarcati sulla terra“, se cerchiamo questa citazione sul sito della nasa non si avrà nessuna notizia a riguardo.

6 – Immagini false
Altra cosa molto semplice da fare per non cadere nella trappola delle bufale è riconoscere una foto vera da una falsa.
Su Chrome premendo il tasto destro del mouse è possibile cercare su Google un’immagine contenuta in un articolo. In questo caso cercando l’immagine su Google scoprirete velocemente che si tratta di un fotomontaggio utilizzato in tantissimi siti di notizie false.

Il mio consiglio: PENSARE PRIMA DI CONDIVIDERE.
Lo scopo di questi articoli è la condivisione, se hai dei dubbi su un articolo è buona norma non condividerlo.

Scarica gratis la nostra app CORLEONE GUIDE
scarica ala nostra app da play store scarica ala nostra app da apple store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *