Home Cronaca Abusi su ragazzina, sei indagati a Corleone

Abusi su ragazzina, sei indagati a Corleone

6 min read
0
0
1,292
VIolenza Corleone

La minorenne ha denunciato le violenze subite dai coetanei. Gli investigatori hanno sequestrato un cellulare con il quale sarebbe stato filmato tutto

E’ mezzanotte quando sei giovani tutti minorenni, di cui uno di 12 anni che per la legge non è imputabile, avrebbero fermato una tredicenne mettendo in atto una vera e propria violenza in stile “Arancia Meccanica”. Come nel film di Stanley Kubrick infatti, i presunti aggressori, in base ai primi elementi raccolti dagli investigatori, avrebbero agito con il solo fine del piacere sessuale. E’ l’ipotesi di cui stanno indagando i carabinieri della Stazione di Corleone che hanno avviato le indagini dopo la denuncia presentata in caserma dalla presunta vittima di abusi sessuali.
A confermare la brutta vicenda ci sarebbe un video girato da uno dei presunti violentatori mentre gli altri membri del “branco”, secondo quanto riferito dalle forze dell’ordine, aggredivano la ragazzina.

L’aggressione sarebbe avvenuta durante il periodo dello scorso Carnevale. Una sera, nei pressi dell’ospedale di Corleone, un gruppo di amici avrebbero preso di mira una ragazzina quasi coetanea. E dopo averle impedito di ritornarsene a casa, avrebbero cercato di spogliarla. La violenza da parte dei sei minori – secondo quanto è stato denunciato dai carabinieri – non sarebbe finita qui. Anzi, sarebbe degenerata quando il gruppo avrebbe incominciato a palpeggiarla nelle parti intime del corpo. Per fortuna, non sarebbe stato consumato nessun rapporto sessuale.
Basta, vi prego, basta!”, avrebbe implorato la ragazza, invece i presunti molestatori avrebbero continuato a toccarla e ad abusare di lei contro la sua volontà.
La vittima del “branco” ha avuto il coraggio di raccontare ai genitori quanto avrebbe subito e denunciare tutto alle forze dell’ordine. Contestualmente la famiglia della ragazzina ha dato mandato all’avvocato Giacomo Leone di assisterli come parte offesa.
Emerge, quindi dal racconto fornito dalla giovane, una storia dell’orrore, del degrado e della violenza, su cui stanno indagando meticolosamente i militari dell’Arma sotto il coordinamento del Sostituto Procuratore Paletta Caltabellotta della Procura per i minorenni di Palermo.
L’attività investigativa dei carabinieri procede con il massimo riserbo vagliando tutti gli elementi a disposizione per poter ricostruire l’intera vicenza.
Al momento i militari starebbero interrogando testimoni per verificare riscontri alla versione dei fatti della ragazzina.
Da questi primi interrogatori sarebbe emerso che uno dei presunti violentatori avrebbe appena 12 anni, motivo per cui qualora fosse riscontrata la sua responsabilità nei fatti denunciati non sarebbe imputabile. Nel nostro ordinamento giuridico infatti l’imputabilità è piena e assoluta se l’autore del fatto criminoso è un ragazzo che non abbia abbia compiuto il quattordicesimo anno di età, quindi in questo caso egli non può essere giudicato e punito.
Inoltre sembra che gli investigatori avrebbero sequestrato in telefono cellulare, nella cui memoria vi sarebbe contenuto un video che avrebbe girato uno dei componenti del gruppo durante le concitate fasi della presunta violenza ai danni giovanissima vittima.
Qualora i carabinieri trovino in questo video la conferma del racconto della ragazzina, è proobabile che l’inchiesta giudiziaria abbia un’accelerazione.
Intanto come atto dovuto, i presunti aggressori che avrebbero abusato di una loro coetanea sono stati iscritti nel registro degli indagati, e pertanto hanno nominato l’avvocato Antonio Di Lorenzo come loro difensore.
Si è dunque in una fase delle indagini molto delicata, per cui sia il legale della parte offesa che degli indagati preferiscono mantenere il silenzio in attesa di nuovei sviluppi.

Fonte: Giornale di Sicilia – Giuseppe Spallino

Scarica gratis la nostra app CORLEONE GUIDE
scarica ala nostra app da play store scarica ala nostra app da apple store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

Da Corleone a Cinecittà: La5 apre le porte a tre giovani band

L’Accademia di Musica Moderna di Corleone continua a sfornare talenti che trovano poi spaz…